Infortuni in bicicletta

Bicicletta, gli infortuni più comuni quando si pedala!

Ecco i 6 infortuni in bicicletta più frequenti

Dolore al ginocchio

Dolore al ginocchio

Il ginocchio è l'articolazione più sollecitata nel ciclismo. La sindrome femoro-rotulea (ginocchio del ciclista), la tendinite della rotula e del quadricipite, la sindrome della plica sinoviale mediale e la sindrome da frizione della bandelletta ileotibiale sono alcune delle lesioni più comuni quando si pratica sport in bicicletta.

Le prime quattro lesioni menzionate comportano dolore intorno alla rotula, mentre l'ultima condizione provoca dolore esterno al ginocchio. Molto importanti per prevenire le problematiche sopracitate sono le scarpe, che possono ridurre notevolmente le sollecitazioni durante la pedalata.

Lesioni alla testa

Uno dei più comuni infortuni in bicicletta è il trauma a livello faccia/cranico, che può variare da un semplice taglio sulla guancia fino ad arrivare ad un ben più grave trauma cranico. Indossare un casco può ridurre il rischio di lesioni alla testa dell'85%. Si consiglia solo l'acquisto e l'utilizzo di caschi omologati per non incorrere in spiacevoli sorprese.

Dolore al collo/alla schiena

I ciclisti molto probabilmente avvertono dolore al collo quando rimangono in una posizione di guida troppo a lungo. Un modo semplice per evitare questo tipo di problematiche è alzare le spalle e fare stretching.

Un manubrio troppo basso/Alto e/o un sellino troppo basso/alto possono portare il ciclista ad avere una posizione scorretta del rachide, se mantenuta per lunghi periodo può comportare problemi anche gravi alla colonna vertebrale. Allungare questi muscoli regolarmente creerà flessibilità e renderà più facile mantenere la forma corretta.

Cambiare l'impugnatura sul manubrio elimina lo stress dei muscoli e ridistribuisce la pressione sui diversi nervi. Per un corretto recupero fisico e una riduzione dei dolori causati da un eccessivo sforzo fisico si consiglia l'utilizzo costante di K-MED.

Dolore alla schiena
Dolore al polso

Dolore o intorpidimento al polso/avambraccio

I ciclisti dovrebbero pedalare con i gomiti leggermente piegati (mai con le braccia bloccate o dritte).

Quando colpiscono dossi sulla strada, i gomiti piegati agiranno come ammortizzatori. Questo è anche il punto in cui cambiare la posizione delle mani aiuterà a ridurre il dolore o l'intorpidimento.

Due comuni infortuni in bicicletta da uso eccessivo del polso sono la paralisi del ciclista e la sindrome del tunnel carpale, possono essere prevenute alternando la pressione dall'interno all'esterno dei palmi e assicurandosi che i polsi non scendano sotto il manubrio.

Inoltre, i guanti imbottiti e l'allungamento delle mani e dei polsi prima della guida aiuteranno.

Problemi urogenitali

Una lamentela comune dei ciclisti maschi che trascorrono molto tempo in sella è la neuropatia del pudendo, un intorpidimento o un dolore nell'area genitale o rettale. Un sedile più ampio, uno con imbottitura, cambiando l'inclinazione del sedile o utilizzando pantaloncini da ciclismo imbottiti contribuiranno ad alleviare la pressione.

Intorpidimento e formicolio ai piedi

Intorpidimento del piede e formicolio è un infortunio in bicicletta molto comune e le scarpe troppo piccole o strette ne sono spesso la causa. Inoltre, l'intorpidimento del piede può essere dovuto alla sindrome compartimentale da sforzo. Ciò deriva dall'aumento della pressione nella parte inferiore della gamba e dalla conseguente compressione dei nervi. 

Leggi il nostro articolo su come ridurre i tempi di recupero!

NECK

IDEALE PER CERVICALE E SPALLE

30cm x 45cm

BACK

IDEALE PER SCHIENA E ARTI

60cm x 90cm

TOTAL

IDEALE PER TUTTO IL CORPO

120cm x 200cm

shop.kpet.it si servono di cookie e altre tecnologie per garantire siti affidabili e sicuri, misurare le loro performance, fornire un’esperienza d’acquisto personalizzata e pubblicità a tema. Per farlo raccogliamo dati relativi agli utenti, ai loro comportamenti e ai loro dispositivi.

Selezionando “Accetto”, l’utente acconsente a tale raccolta dati e ci autorizza a condividere queste informazioni con terzi, come i nostri partner di marketing. 

Per maggiori informazioni, si invita a leggere la nostra informativa sulla privacy.